Notizie

Quello che porterà il WorldSSP300 nel 2017

Monday, 20 March 2017 11:00

Il nuovo campionato sarà ricco di grande spettacolo 

Il MotorLand Aragon ospiterà il terzo appuntamento d’azione del WorldSBK e nel paddock arriverà per affrontare il primo round la nuova categoria FIM Supersport 300 World Championship, che servirà da introduzione alla competizione mondiale per molti piloti e che è composta da diversi piloti talentuosi.
 
La classe disputerà nove gare su tracciati europei e i tifosi assisteranno a gare molto combattute. Infatti, su circuiti di fama mondiale ci sarà la garanzia di vedere pura azione motociclistica. Il secondo round sarà disputato ad Assen, nel mese di aprile, e l’appuntamento sarà da non perdere con la famosa chicane Gert Timmer che ha regalato ultimi giri adrenalinici. Il circuito britannico Donington Park offre sempre corse serrate ed emozionanti con la prima sezione veloce e conosciuta per i grandi sorpassi. Inoltre il circuito di Jerez ospiterà il finale di stagione e con la potenza di queste moto correre qui non sarà un'impresa da poco.
 
In gara con un unico fornitore di gomme, nessun limite in materia di assegnazione dei motori e ogni sforzo per portare nella categoria la maggior parità possibile, questo significa che l’azione in pista sarà molto divertente. I regolamenti sono stati fatti in un certo modo per garantire gare serrate e un grande campionato. Non c’è dubbio che le diverse moto renderanno la griglia ancora più imprevedibile, e la classe inoltre userà il più noto metodo per la Superpole, per determinare le posizioni in griglia. Con 22 Yamaha, 10 Kawasaki e solo 3 Honda, siamo certi che i sorpassi saranno all’ordine del giorno.
 
L'età minima per la WorldSSP300 è di 15 anni, quindi questa potrebbe essere la prima volta per alcuni piloti sulla griglia di partenza di un campionato mondiale e la tensione sarà alta. Questo vuol dire anche che alcuni dovranno anche imparare e lo spettacolo sarà destinato a seguire nei round d’apertura, con i piloti che inizieranno a muovere i primi passi nell’intenso mondo delle corse.
 
Con 35 piloti iscritti a tutta la stagione, tre produttori e una stagione di nove gare, sono cinque i piloti da tenere d'occhio in questo 2017.
 
Ana Carrasco La 19enne spagnola è piuttosto conosciuta per aver disputato negli ultimi anni il Campionato del Mondo di Moto3, ottenendo una top 10 a Phillip Island. La Carrasco sarà alla guida di una delle 10 Kawasaki in pista, ma dopo aver trascorso il 2016 nel CEV in Moto2, dovrà riadattare il suo stile di guida per ottenere il massimo dalla moto di cilindrata più bassa.
 
Nata a Murcia, l’anno scorso ha lottato nel campionato CEV sulla non competitiva MVR, e ha ottenuto solo una top 20, ma i miglioramenti si sono visti nel corso della stagione con la Carrasco che ha fatto progressi sul passo rispetto al resto del gruppo. Ana spera che il passaggio da un campionato all’altro possa aiutare a rinvigorire la sua carriera.
 
Alfonso Coppola Avendo disputato nel 2016 l’European Junior Cup e il Campionato Italiano Supersport 300, Coppola ha molta esperienza e ha mostrato una grande forma nel 2016. Il 19enne aveva ottenuto due podi nelle ultime tre gare dell’EJC, mentre nel Campionato Italiano ha iniziato la stagione da favorito al titolo con tre podi. In sella alla Yamaha, che molti si aspettano sarà la moto da battere, l’esperienza di Coppola potrebbe fare la differenza nei primi round del campionato.
 
Scott Deroue Avendo perso il titolo del Red Bull Rookies nel 2012 per mano di Florian Alt, Scott Deroue ha dovuto attendere il 2014 per fare il suo debutto nel Campionato del Mondo di Moto3 con RW Racing. Questa si è rivelata una stagione di prova con il suo miglior risultato in 17esima posizione in Argentina, ma cadute e una perdita di confidenza lo hanno ostacolato in tutta la stagione.
 
Avendo vinto due gare nella Red Bull Rookies era chiaro che l'olandese avesse lottato per stare con il gruppo di testa, ma il passaggio al Campionato Britannico Motostar lo ha visto ottenere 12 vittorie, 20 podi e il suo primo titolo nazionale. L'anno scorso Deroue è arrivato a guidare una moto STK600 e ha avuto una stagione solida, ma è stata la sua forma in Supersport ad aver veramente colpito. Salito su una Triumph per le ultime quattro gare della stagione, Deroue ha registrato tre top 10 mostrando tutto il suo talento.
 
Paulo Grassia L’italiano è stato per due volte il vice-campione dell’European Junior Cup, ma dopo aver vinto due gare nel 2016, e una gara nel Campionato Italiano Supersport 300, la sua esperienza in sella alla Kawasaki e la sua velocità potrebbero renderlo uno dei protagonisti di questo 2017. Grassia conosce tutti i circuiti e dopo aver passato un anno in sella ad una moto della stessa cilindrata, potrebbe avere un vantaggio sulla velocità rispetto ad alcuni avversari.
 
Mika Perez L’ultimo campione dell’European Junior Cup è stato un pilota che ha mostrato notevoli progressi ogni anno nel corso della stagione. Grazie alla costanza ha vinto il titolo 2016 con 6 podi e concludendo nella top 4 ad ogni gara, dimostrando la mentalità necessaria per ottenere risultati e restare lontano dai guai. Questo è in netto contrasto con quello che ha fatto vedere nel 2015, quando aveva concluso solo due gare. Il 17enne è il più giovane pilota della classe.
 
I motori del WorldSSP300 si accenderanno per la prima volta il 31 marzo, con le prove libere che si disputeranno al MotorLand Aragon e avrà inizio una entusiasmante stagione d’azione motociclistica.